Notizie

ECOSISTEM ADERISCE AL PROGETTO “#CONCILIAMO” PER IL BENESSERE DEI PROPRI DIPENDENTI

ECOSISTEM ADERISCE AL PROGETTO “#CONCILIAMO” PER IL BENESSERE DEI PROPRI DIPENDENTI

Nel corso degli anni, la società Ecosistem ha constatato, grazie ad un continuo interscambio tra la dirigenza e i dipendenti, di poter avviare un pacchetto di servizi inerenti le politiche di conciliazione lavoro-famiglia. Alcuni di questi servizi verranno attivati all’interno di questo progetto, come il servizio di palestra (allargato anche ai familiari), la possibilità di usufruire di visite mediche specialistiche (cardiologiche, ecc…) e visite nutrizionistiche e incontri con il fisioterapista. L’obiettivo quello di fornire ai dipendenti una maggiore motivazione a fare bene il proprio lavoro.

Il progetto si pone come base la tutela della salute del suo lavoratore tramite la promozione di corretti stili di vita. Come evidenziato dal Ministero della Salute nelle Linee di indirizzo sull’attività fisica, questi interventi possono produrre effetti positivi sia per la salute dei lavoratori, ma anche per il datore di lavoro con miglioramenti sul piano sociale ed economico: migliorano gli indici di produttività, si riducono le assenze per malattie e infortuni ed i costi associati, si favoriscono la socializzazione e l’aggregazione, la fidelizzazione e la soddisfazione del dipendente.

I dipendenti possono usufruire di un servizio di consulenza personalizzata con Nutrizionista sulle abitudini alimentari, uno studio associato di medicina specialistica ponendo rilevanza sulle malattie cardiologiche, fisioterapista e di un abbonamento alla palestra con il supporto del personal trainer. Quest’ultimo è da considerarsi come benefit “familiare” in quanto l’abbonamento può essere ceduto ad una persona appartenente al proprio nucleo familiare. Come ulteriore benefit sono previste 2 routine di analisi mediche (elaborate presso un laboratorio di analisi) nel corso dei 24 mesi. Una soluzione volta a contrastare l’abbandono degli anziani attraverso la fornitura di uno smartwatch collegato ad una applicazione per smartphone che, avvalendosi di sensori rileva parametri come la frequenza cardiaca, rileva eventi tipo cadute o aggressioni, facendo partire una chiamata ad un numero prestabilito.

I servizi sono gestiti tramite Suite Case per la presa in carico dell’assistito che, attraverso il semplice utilizzo di una APP aiuta a tenere nota degli allenamenti, con gli esercizi indicati dall’istruttore, a ricevere remind per gli appuntamenti presso medico o nutrizionista, a ricevere suggerimenti inseriti dal fisioterapista per il comportamento da mantenere durante le ore lavorative. Inoltre l’applicazione potrà riportare la dieta personalizzata elaborata dal nutrizionista e notizie che lo informano sui rischi di insorgenza di patologie croniche.

Con l’avvio di questo progetto si intende iniziare un percorso che vedrà concorrere oltre all’azienda con i propri dipendenti anche le parti sociali ed in particolare i sindacati di categoria e le associazioni di categoria, così da verificare i risultati attesi ed i benefici dei lavoratori e dell’azienda al fine di implementare e continuare nel tempo l’azione di welfare.

Le azioni inserite nel pacchetto Palestra 2.0 sono misurabili e tangibili attraverso vari indicatori ricavati soprattutto dalla piattaforma che riceve i dati dalla APP oltre che dalla modulistica di gradimento predisposta dalle società.

Gli indicatori utilizzati per la verifica del raggiungimento degli obiettivi sono: 1. Indice di Massa Corporea, BMI; 2. Ore dedicate all’attività fisica settimanale; 3. numero di visite nutrizionali periodiche; 4. numero di giorni di malattia e di assenza dal lavoro in un dato periodo.

La disponibilità dei dati raccolti permette di verificare se il percorso di miglioramento delle abitudini alimentari e dell’attività fisica avviato dal lavoratore va nella giusta direzione e quindi quantificare i risultati. Considerando le premesse fatte, l’analisi dedotta dall’indagine preliminare sui dipendenti e gli indicatori forniti, si prevede un miglioramento di almeno 2 degli indicatori pari al 100%.

Non si devono sottovalutare i benefici per le aziende ricavati dall’aumento della produttività dovuto ad un maggior benessere e miglioramento dello stato di salute e dell’umore dei dipendenti.

L’azienda si impegna a mantenere i servizi di welfare oltre i 24 mesi di progetto, per un totale di 5 anni. I risultati attesi si esplicano in particolare sulla diminuzione dei giorni di malattia e di assenza dal lavoro. La selezione del personale dipendente è stata effettuata sulla base delle categorie a cui appartengono, prediligendo le categorie di lavoratori maggiormente sedentari.

Sono stati individuati 48 dipendenti con la mansione di autista ,32 dipendenti con la mansione di impiegato, Alta Dirigenza e Proprietà per un totale di 83 dipendenti.

Il costo complessivo ammonta a 374.820,00 di cui € 299.856,00 di finanziamento a valere sull’Avviso pubblico “#Conciliamo”, dell’8 novembre 2019 e 74.964,00 di cofinanziamento.

Referente Progetto Conciliamo Antonio Pullia.